twitter
    Cronache da Genova, la Stalingrado d'Italia

sabato 2 giugno 2012

Ospedale di vallata, 4 milioni cacciati nel cesso

Quasi quattro milioni e mezzo di euro per un ospedale che non è mai nato e non è nemmeno stato progettato. Ma se i contratti non vengono rispettati, prima o poi il conto arriva anche se sono passati dodici anni. Ed è una mazzata quella arrivata alla Asl 3 per l’ospedale di Vallata, opera che è in testa alla classifica delle grandi incompiute genovesi. La Asl 3 genovese e' stata infatti condannata a risarcire la società incaricata della progettazione e realizzazione di un ospedale che non sarà mai costruito grazie alle scelte della giunta Burlando e alle liti interne al
partito democratico.
La Asl 3 è stata condannata a corrispondere questa cifra alla Società Progetto di Vallata in conseguenza alla revoca della convenzione per la realizzazione dell’Ospedale di Vallata nell’area ex Mira Lanza in Valpolcevera. La mancata costruzione della struttura ospedaliera del Ponente genovese ha avuto un percorso lungo e controverso, scandito da liti e dispetti all’interno del Pd. Infatti, dal 2007 al 2011 abbiamo assistito al lungo braccio di ferro tra il presidente Burlando e il sindaco Vincenzi sull’individuazione dell’area per l’ospedale di Ponente, con scelta finale ricaduta su villa Bombrini, stralciando solo pochi mesi fa in via definitiva l’area ex Miralanza individuata dalla giunta Pericu. Nel 2006 sotto la giunta Burlando la Asl 3 aveva sottoscritto la convenzione, ma dopo solo un anno la stessa giunta ha deciso il cambio di collocazione: una sequenza di decisioni che non ha tenuto conto delle possibili penali e del risarcimento delle spese sostenute in un anno dalla Società per l’avvio della progettazione. La marcia indietro di Burlando e della sua giunta oggi, a cinque anni di distanza, andrà a incidere, e non poco, sulle già vuote casse dell’ente di piazza De Ferrari, con ovvie conseguenze sulle tasche dei liguri in cambio di nessun servizio. Questa e' l’ennesima dimostrazione dell’incredibile capacità delle amministrazioni di centrosinistra, che da anni, anzi decenni, governano Comune e Regione, di riuscire a buttare dalla finestra milioni di euro per opere che non verranno mai realizzate

Nessun commento:

Posta un commento